Storia di Roma nei secoli

La leggenda vuole che Roma sia nata per opera di Romolo, il 21 Aprile 753 a.C.: numerosi resti fossili però ci indicano che, nella zona di Roma, i primi insediamenti umani risalgono a circa 65000 anni fa; si ritiene che, ad ogni modo, l’opera del leggendario eroe romano riguardasse l’unificazione dei primi villaggi sorti sul Palatino, evento che però si stima sia avvenuto nel X secolo a.C..
storia di romaL’avvento dei primi Re di Roma diede inizio all’età romana, preambolo delle glorie storiche che la città vide nei secoli successivi; seguì l’età repubblicana, durante la quale a Roma vifu un’intensa attività edilizia, con la costruzione dei templi di Cerere, di Saturno, dei Castori, e la costruzione della grande cinta muraria serviana, di cui ancora oggi se ne conservano alcune vestigia, situate nei pressi della stazione Termini.

L’età imperiale ebbe inizio sotto Augusto, il quale rinnovò fortemente l’edilizia pubblica e l’aspetto della città, grazie ad un piano regolatore studiato nei dettagli: Roma fu divisa in 14 regioni, comparvero le figure dei vigiles, con funzione di sorveglianza, e furono edificati il Foro di Augusto, il Portico di Ottavia, il tempio di Apollo Sosiano, mentre alcune grandi opere furono regolarizzate, come il Foro Romano, che fu ampliato con la costruzione della basilica Giulia ed il tempio del Divo Giulio, ed il Campo Marzio.

Dopo la caduta dell’Impero Romano, Roma fu assoggettata all’impero bizantino; successivamente la storia della città fu inscindibilmente legata a quella dello Stato Pontificio: fu grazie all’opera dei papi che nacquero numerose chiese, palazzi ed altre opere pubbliche di immenso valore storico e artistico.

Nel 1798 vi fu una breve parentesi denominata Repubblica Romana, che si frappose al periodo dello Stato Pontificio e quello a venire, in cui, a seguito dell’unificazione del Regno d’italia, nel 1871 Roma fu dichiarata Capitale d’Italia. Dal 1922 al 1945 fu la sede della dittatura di Mussolini: di questo periodo vanno ricordati i Patti Lateranensi, che posero fine alla questione romana con la nascita della Città del Vaticano.